Contest | Urban Planning

 

EFFICIENT LIVING MACHINE

Skyscraper competition

2010

New York - Usa

Design by

hiddenoffice | L.E.D.


sharing this project on:



Efficient Living Machine non è soltanto una proposta di ripensamento della città, ma anche e soprattutto un tentativo di immaginare come potrebbe avvenire in maniera differente, la vita dell’uomo sulla terra. Non più case, luoghi di lavoro, uffici, supermercati o bar radicati al suolo, ma sempre in continuo movimento. Il nuovo spazio urbano può essere immaginato come uno spazio dove le funzioni si trovano in una continua ricerca di nuove configurazioni che seguono le dinamiche socio-economiche di una metropoli in costante mutamento. 

Un luogo, dove per andare dalla propria residenza in ufficio, in un parco o in aperta campagna non ci sarà bisogno di prendere la macchina, essi saranno già fuori dalla tua finestra. Un edificio che a sua volta diventa un’infrastruttura in grado di migliorare ed ampliare lo stile di vita della metropoli, in grado di migliorare la vivibilità e l'autosufficienza energetica. 

Il grattacielo si propone come un sistema di griglie sovrapposte all'ambiente esistente che offre una nuova lettura della città. Composto da una serie di layers che contengono funzioni quali: svago, residenze, fattorie, parchi pubblici, e lavoro, si innesta nel tessuto corrente di New York, offrendo una varietà di situazioni che potrebbero dar vita ad una nuova città della morfogenesi. 

Il nostro grattacielo è in grado di offrire ai cittadini stili di vita differenti a seconda del livello in cui ci si trova. Si può passare dalla fattoria, agli spazi ricreativi o ai parchi pubblici, dalle residenze, agli uffici; tutto è strettamente legato alla varietà di funzioni che già esistono in città. Le due maglie, diverse tra loro, nascono dall'unione dei punti definiti delle stazioni della metropolitana attuali e da quelle future. La prima griglia, più regolare, segue la pianta dell’attuale città di New York, mentre la seconda non ne tiene conto. 

Questa struttura spaziale aumenta la densità delle funzioni, le quali hanno anche la capacità di essere mobili e di cambiare la configurazione della struttura interna per l’esigenza di ogni individuo, seguendo quelle che sono le dinamiche socio-economiche di una metropoli in costante cambiamento e attuazione; come un’ evoluzione di programmi incrociati. 

L’incremento della densità all’interno della metropoli stessa, ha come obiettivo, eliminare ogni forma di trasporto privato, il tutto supportato da un rafforzamento del sistema di trasporto pubblico, che varia la propria velocità in base alla struttura con cui si rapporta e allo stile di vita ad esso legato. Le due griglie sono connesse tra loro da collegamenti verticali che uniscono i vari mezzi di trasporto e che contemporaneamente generano nuovi spazi pubblici di aggregazione quali piazze, stazioni, ecc... Questi collegamenti verticali svolgono soprattutto, la funzione di generare energia per l'auto-sufficienza della nuova metropoli: elettricità, cibo, calore e ossigeno. 

L'elettricità viene generata dai sistemi di turbine eoliche, sistemi fotovoltaici ad alta concentrazione e dagli impianti a idrogeno. Il cibo viene prodotto in azienda attuando in tal modo una breve catena alimentare. Il riscaldamento è dato dalla fermentazione di rifiuti organici da allevamento e di tutta la città. L'ossigeno viene prodotto oltre che dal verde, presente nei vari livelli, anche per elettrolisi e circola negli edifici domestici per migliorare il comfort abitativo. La città ha un sistema di raccolta delle acque piovane, che una volta purificate sono riutilizzate nel sistema.